New ‘Super-Earth’ Discovered in Close Proximity to Our Solar System

Nuova “Super-Terra” Scoperta in Prossimità del Nostro Sistema Solare

In una scoperta straordinaria, la NASA ha annunciato il rilevamento di una “super-Terra” nella zona abitabile di un sistema solare vicino al nostro. Designato come TOI-715 b, questo esopianeta è approssimativamente 1,5 volte più ampio della Terra e si trova a soli 137 anni luce da noi. Sebbene possa sembrare lontano, viene considerato relativamente vicino in termini astronomici, soprattutto se confrontato con l’immensità della nostra galassia, la Via Lattea, che si estende per circa 100.000 anni luce.

TOI-715 b orbita attorno a una stella nana rossa, che è più piccola e più fredda del nostro Sole. Grazie alla temperatura più bassa della stella, questa super-Terra può orbitare a una distanza più ravvicinata e rimanere comunque nella zona abitabile. La zona abitabile si riferisce alla regione intorno a una stella dove le condizioni sono adatte all’esistenza di acqua liquida sulla superficie di un pianeta, rendendolo potenzialmente in grado di sostenere la vita.

Un vantaggio intrigante dell’orbita più ravvicinata di TOI-715 b è la frequenza con cui passa davanti alla sua stella. Questo evento regolare rende significativamente più facile per gli scienziati tracciare e studiare le caratteristiche del pianeta. Infatti, un “anno” su TOI-715 b dura solo 19 giorni.

Nello stesso sistema solare, i ricercatori hanno anche identificato un altro pianeta simile alla Terra. Se confermato, diventerebbe il pianeta di zona abitabile più piccolo mai scoperto dal Satellite per la Ricerca di Esopianeti in Transito (TESS) della NASA, lanciato nel 2018. TESS è fondamentale per identificare potenziali esopianeti, che vengono poi ulteriormente osservati e classificati utilizzando il Telescopio Spaziale James Webb della NASA.

Questa scoperta affascinante è stata guidata da un team di scienziati, guidato da Georgina Dransfield dell’Università di Birmingham, Regno Unito. I risultati del loro studio sono stati pubblicati sul prestigioso giornale “Monthly Notices of the Royal Astronomical Society”.

Mentre le super-Terre, come TOI-715 b, sono più grandi del nostro pianeta di casa, rientrano comunque in un intervallo di dimensioni più leggere rispetto ai giganti ghiacciati come Nettuno e Urano. I pianeti super-Terra possono essere composti da una combinazione di roccia e gas e possono essere fino a 10 volte più massicci della Terra. Tuttavia, va notato che non tutte le super-Terre sono necessariamente abitabili. La loro composizione può variare ampiamente, inclusa la possibilità di mondi d’acqua, pianeti di neve o persino pianeti prevalentemente composti da gas denso, simili a Nettuno.

Per un’affascinante comparazione visuale tra la Terra e TOI-715 b, la NASA fornisce uno strumento interattivo che ci permette di apprezzare la scala e la meraviglia di questi oggetti cosmici. La scoperta di questa super-Terra ci ricorda l’immensità e la diversità del nostro universo, accendendo la nostra curiosità e spingendo i limiti della nostra comprensione di mondi lontani.

Domande frequenti

1. Cos’è TOI-715 b?
TOI-715 b è un esopianeta “super-Terra” situato nella zona abitabile di un sistema solare vicino. È approssimativamente 1,5 volte più ampio della Terra e si trova a 137 anni luce da noi.

2. Quanto è lontana TOI-715 b in termini astronomici?
TOI-715 b viene considerata relativamente vicina in termini astronomici, in quanto dista soltanto 137 anni luce dalla Terra. Questo è poco se confrontato con l’immensità della nostra galassia, la Via Lattea, che si estende per circa 100.000 anni luce.

3. Cos’è la zona abitabile?
La zona abitabile si riferisce alla regione intorno a una stella dove le condizioni sono adatte all’esistenza di acqua liquida sulla superficie di un pianeta, rendendolo potenzialmente in grado di sostenere la vita.

4. Qual è il vantaggio dell’orbita più ravvicinata di TOI-715 b?
L’orbita più ravvicinata di TOI-715 b attorno alla sua stella nana rossa rende più facile per gli scienziati tracciare e studiare le caratteristiche del pianeta. Il pianeta passa regolarmente davanti alla sua stella, offrendo più opportunità di osservazione.

5. È stato scoperto un altro pianeta simile alla Terra nello stesso sistema solare?
Sì, nello stesso sistema solare i ricercatori hanno identificato un altro pianeta simile alla Terra. Se confermato, diventerebbe il pianeta di zona abitabile più piccolo mai scoperto dal Satellite per la Ricerca di Esopianeti in Transito (TESS) della NASA.

6. Qual è lo scopo del Satellite per la Ricerca di Esopianeti in Transito (TESS) della NASA?
TESS è fondamentale per identificare potenziali esopianeti, che vengono poi ulteriormente osservati e classificati utilizzando il Telescopio Spaziale James Webb della NASA. Aiuta nella ricerca di pianeti di zona abitabile.

Terminologia chiave:
– Super-Terra: un tipo di esopianeta più grande della Terra ma più leggero dei giganti ghiacciati come Nettuno e Urano. Può essere composto da una combinazione di roccia e gas e può variare nella composizione.
– Esopianeta: un pianeta che orbita attorno a una stella al di fuori del nostro sistema solare.
– Satellite per la Ricerca di Esopianeti in Transito (TESS): un satellite della NASA lanciato nel 2018 per la ricerca di esopianeti rilevando piccole variazioni di luminosità delle stelle causate dal passaggio di pianeti in orbita davanti ad esse.
– Telescopio Spaziale James Webb: un grande osservatorio spaziale che dovrebbe essere lanciato nel 2021 e che amplierà notevolmente la nostra conoscenza dell’universo, inclusa lo studio degli esopianeti.

Link correlati:
– Sito web della NASA
– Missione TESS
– Telescopio Spaziale James Webb